PROTOTIPO

#AVANZAR CON POSITIVIDAD

Di Monica Masetti

Chi è Monica Masetti?

Psicologa clinica da oltre 20 anni prestata al mondo delle Organizzazioni, esprimo la passione per le persone in contesti locali ed internazionali.

Cosa vuoi condividere del tuo progetto #AVANZAR CON POSITIVIDAD?

Dopo la certificazione ho visto piú chiaramente come una azienda come Chiesi, potesse essere un contesto fertile per parlare e praticare positivitá. Occorreva fare una proposta strutturata e pilotarla. Così è nata l’idea… da un gruppo di lavoro cross-funzionale, guidato da un Business Unit Director (non il “solito HR”) che già lavorava con metodologia Agile, quindi vicino alla prototipazione, alla prova e al miglioramento continuo.

L’organizzazione nella quale abbiamo attuato il progetto é una filiale commerciale del gruppo Chiesi Farmaceutici composta da 300 persone, tra sede e ruoli commerciali. Fortunatamente la Direzione era già aperta all’idea di essere una organizzazione positiva, tanto da aver deciso di inserirlo nel piano strategico aziendale 2020-25.

Sentivo la necessitá di aiutare l’organizzazione ad aumentare la consapevolezza rispetto al senso profondo di essere una Org+, implicazioni, impatti e  progettualità sostenibile

Abbiamo individuato come target 37 colleghi (15% di tutta la organizzazione) di ogni area aziendale e livello organizzativo.

Il progetto è stato pensato in 4 fasi

  1. Coinvolgimento Comitato di Direzione e “impegno” formale
    (Piano strategico)
  2. Approfondimento sul tema Scienza della Felicità
    (pubblicazioni e workshop con Esperto)
  3. Creazione di un gruppo di lavoro ad HOC, che si é autorganizzato per poter spingere con focus e commitment sulle attività del progetto
  4. Storytelling coinvolgente per tutta l’organizzazione

Un punto chiave che vorrei condividere della mia esperienza è stata l’intuizione di sostituire alla parola felicità il termine positività. Felicità creava resistenze, barriere all’ascolto e diffidenza. Il contesto non era pronto ad un approccio frontale…

Quindi, consapevole che bisogna adattare i progetti alla realtà in cui si attuano, la virata verso la positività ha aperto le porte con gentilezza e ha permesso un proseguo efficace.

Il concetto di positivitá e attitudine positiva, nella nostra organizzazione, é sdoganato ed è familiare a una gran parte delle persone.

Il grande contributo del gruppo di lavoro è stato di focalizzare l’attenzione sul tema, di metterlo sotto i riflettori dell’organizzazione.

Il Comitato di Direzione on board ha certamente rappresentato un elemento importante per la riuscita del progetto, ma il fattore di successo principale è stata l’associazione del concetto di positività a quelli di professionalità.

Associazione per altro nata da un confronto con alcuni nostri clienti. Un’evidenza così rilevante e potente, co-creata insieme ai clienti, ha permesso di superare ogni barriera, favorendo ragionamenti alti, ampi, tipici delle Bcorp.

Oggi c ́è volontá allargata e condivisa, oltre che competenze, per continuare il cammino verso la creazione di una positive ORG+. Il prossimo passo é unire le tante pratiche già esistenti con quelle lanciate dal pilota, così da creare sinergia e rafforzare la sostenibilità. A volte è piú potente ridefinire una pratica giá presente (es Security&Safety viste come People Care) o darle maggior visibilitá anziché lanciare continuamente nuove iniziative.

Il nostro meta obiettivo: dimostrare che la positività è una competenza e si può migliorare 

Per questa ragione siamo partiti dall’auto-valutazione. Ognuno doveva valutare il proprio livello di positività iniziale e avrebbe poi fatto la stessa valutazione 21 giorni dopo il lancio della prima challenge.

I partecipanti al pilota sono stati “sfidati” a mettere in atto ogni giorno un “comportamento positivo”: si trattava di riflessioni totalmente individuali (es: prenditi 5 minuti di disconnessione e ricorda un momento felice oppure  elenca 5 cose che possiedi e che NON si possono comprare, o ancora che consigli daresti al Te Stesso di 10 anni fa?) o che coinvolgevano altre persone (es: scegli un video motivante e condividilo con il tuo team oppure fai sorridere almeno 3 persone).

Come pensi sia andato il progetto? Come lo avete misurato?

  • Tasso di partecipazione attiva su chat dedicata (100% dei partecipanti).
  • Numerose richieste di altri colleghi di poter entrare nel pilota (grande soddisfazione!!)
  • Livello di soddisfazione dei team member che hanno creato e gestito il pilota
  • Livello di soddisfazione del Comitato Direttivo in sede di presentazione dell’output finale da parte del gruppo di lavoro.
  • Richiesta da parte del Comitato Direttivo di dare continuitá al pilota integrando alcuni strumenti e concetti elaborati dal gruppo di lavoro.

Qual è la sfida più grande che hai affrontato durante la progettazione o che vedi in azienda?

La grande sfida è mantenere un livello di energia, attenzione costanti e la capacità di rilasciare con continuità attività dedicate alla positività. Ora che il gruppo di lavoro di lavoro ad hoc ha compiuto la sua missione e si è sciolto, serve l’impegno e la dedizione di tutti per mantenere vivo il tema ed agire, ogni giorno con positiva coerenza.

Per continuare a contagiare positivamente l’organizzazione, a Marzo 2022, in occasione della presentazione dei risultati locali del Great Place to Work, abbiamo organizzato un “Festival della Positività” della durata di 3 giorni: ogni giorno ci saranno 2 spazi di 45 minuti, su tematiche legate alla positività, con testimonial sia interni che esterni, trasmessi in streaming così che tutta la popolazione aziendale possa partecipare.

Sarà anche l’occasione di estendere a tutta la organizzazione, la sfida dei 21 giorni che tanto successo, in termini di mobilizzazione, ha riscontrato.

Il tuo desiderio più grande?

Vorrei che l’attitudine positiva e la competenza “positivitá” venisse considerata un must have nelle persone di Chiesi. L’ideale sarebbe che gli strumenti di Assessment e Recruiting che ora la integrano, come la guida all’intervista per HR e managers, venissero utilizzati sempre.

La positività è stata inserita nel set locale di competenze indagate dal secondo semestre 2021 e questo è un bellissimo traguardo raggiunto col progetto

 

Monica Masetti

www.chiesi.es

Archivio Prototipi

Happiness School

Di Michelangelo Marino

Eco-life: la felicità sostenibile

Di Mirella Facchinetti

KaleidoHUB: insieme per risplendere

Di Alessandra Scomparin e Eva Martini